28 febbraio 2013

Red & Toby - Nemiciamici

Nel lontano 1981 la Disney stava ancora producendo ottimi film uno dietro l'altro mescolando il buon intrattenimento alla qualità eccellente dell'animazione tradizionale, quella cartacea dal tratto artigianale e dai fondali dipinti. Oggi la casa di produzione si è adeguata alle richieste del nuovo mercato che privilegia la Computer Grafica a discapito delle vecchie tecnologie, ma è sempre un piacere puntare un occhio al passato e notare l'evolversi non solo delle modalità d'animazione, ma anche del cinema stesso. In questo senso Red & Toby - Nemiciamici è uno dei più interessanti esempi di quanto i cartoni di una volta fossero rivolti ad un pubblico più raffinato rispetto a quello odierno capace di accontentarsi spesso di infiniti sequel e di dialoghi dalle battute scontate. Diretto da tre importanti autori, ovvero Art Stevens, Richard Rich e Ted Berman, la pellicola si appoggia ai classici temi che la Casa di Topolino ha da sempre raccontato, il rispetto per le creature e per la natura, l'amicizia come legame indissolubile, l'affetto materno indispensabile per la crescita, ma se pensiamo a questo film in termini di messaggi non sembrerà di trovarci davanti a qualcosa di nuovo.
Invece Red & Toby vince dal punto di vista innovativo proprio grazie ad un realismo portato avanti dagli sfondi e dalla rappresentazione della natura che ruota attorno ai personaggi ma, soprattutto, grazie a momenti enfatici resi tali dalla creazione di atmosfere lugubri e angoscianti. L'incipit parla da solo, con il suo innaturale silenzio e i suoi claustrofobici colori che si ripeteranno più volte nel corso dell'opera (la sequenza delle tagliole, per citarne un'altra). Assieme a tutto ciò ci sono anche i canonici momenti di ironia e divertimento affidati ai simpatici personaggi di contorno, in questo particolare caso a Cippi, Sbuccia, il bruco Ugo, Grammà e Fido, senza dimenticare i battibecchi dei due unici esseri umani rappresentati in questo film. Da elogiare la sequenza d'azione finale in cui il gigantesco grizzly minaccia i due amici che riscopriranno il loro feeling passato e si ritroveranno a combattere fianco a fianco per poter sopravvivere contro una minaccia più grande in uno straordinario momento adrenalinico che vive grazie al fantastico montaggio ad opera di Jim Koford e di James Melton. Poche le musiche cantate, ma comunque efficaci e indimenticabili, nonostante lascino molto più spazio ai temi musicali privi di voce ma anche loro ricchi di quella suspense di cui parlavamo poco fa composti da Buddy Baker, autore che riesce a sposare perfettamente le sue colonne sonore con ogni scena del film. Tutto ciò parte da una sceneggiatura scritta a sedici mani che si preoccupa principalmente di dare risalto sia alle tematiche che alle vicende che i protagonisti subiscono, dando un particolare smalto ai personaggi di contorno che, oltre a fare sorridere lo spettatore riescono anche a mettere in mostra un microcosmo animalesco vasto e rappresentativo di ciò che il nostro mondo. Quello che fa di Red & Toby - Nemiciamici un film potente e solido è la sua capacità di essere ancora oggi terribilmente contemporaneo: nessuno potrebbe sostenere che i temi che questo film mette in mostra siano passati di moda o, ancora peggio, dimenticati; la pellicola perciò vale la visione sia per l'ottima messa in scena di cui abbiamo parlato poco fa che per il suo profondo significato intrinseco, certamente ridondante ma mai narrato in un modo così originale, allo stesso tempo straziante e ironico.


6 commenti:

  1. mai visto Taron e la pentola magica?
    per quanto mi riguarda sono totalmente d'accordo con la tua recensione,un po sottovalutato questo classico l'ho rivisto volentieri su VHS qualche mese fa,forse la colonna sonora è un po sottotono

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, Taron è un film che ancora mi manca.

      Elimina
  2. perr me Taron è un film di tre stelle massimo,l'idea di base è buona,le ambientazioni di Tim Burton sono molto belle,ma ci sono un po di buchi di sceneggiatur

    RispondiElimina
  3. Perchė il video é stato rimosso?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Probabilmente, nel rendere privato qualche video vecchio, ho reso privato anche questo.

      Elimina